Voci femminili tra Prato e la Francia

Voci femminili tra Prato e la Francia

nuovo concerto della Cappella Musicale di San Francesco
By San Francesco Prato 6 mesi ago

Sebbene piccolo centro di provincia, la Prato di fine ‘800 ebbe una fiorente attività musicale. Fra i principali protagonisti di questa si annoverano i fratelli Ciardi, uno, Cesare, fu famoso virtuoso di flauto attivo in tutte le capitali europee, l’altro, Attilio,  basò la sua attività in città dove accanto all’impegno di insegnate delle giovani cittadine compose musica per i servizi liturgici, per alcune rappresentazioni teatrali e persino due opere liriche oggi completamente dimenticate ma che all’epoca riscossero un certo successo. Attilio Ciardi fu quindi un musicista dalle modeste ambizioni fortemente legato alla sua città e alle sue istituzioni: ciononostante la sua musica si dimostra ben inserita nel periodo storico e manifesta accorgimenti armonici non banali seppure in uno stile che oggi definiremmo “alla moda”. Delle tante composizioni di Ciardi, l’unico brano che viene eseguito ai nostri giorni è la “Messa a due voci ed organo” trascritta in edizione moderna pochi anni fa da Filippo Bressan e Lorenzo Martinuzzi, che viene presentata in concerto nei movimenti Kyrie, Gloria, Sanctus e Agnus Dei.

Nel programma del concerto – eseguito dalla Cappella musicale di San Francesco, diretta da Filippo Bressan – è affiancata alla “Messe de pecheurs de Villerville” composta a quattro mani da Gabriel Fauré e André Charles Prosper Messager in un periodo verosimilmente simile a quella di Ciardi. Questa piccola messa venne composta per l’associazione dei pescatori di un piccolo paese del nord della Francia inizialmente per due voci femminili, organo e violino e poi riorchestrata per orchestra da camera nella versione oggi più nota.

In questa esecuzione potremo ascoltare la versione originale trascritta dal manoscritto utilizzato per la prima esecuzione: l’ascolto ravvicinato della messa di Ciardi e quella dei due francesi mette in risalto le differenze stilistiche di due mondi geograficamente e musicalmente lontani, uno radicato nella tradizione operistica italiana, l’altro proiettato verso nuovi confini armonici che domineranno la musica dei primi del ‘900.

In una compagine tutta al femminile appunto, all’Organo siederà Cecilia Iannandrea, al violino Marta Silvestrini. Soprano Barbara Boncinelli e Cinzia Savino, mezzosoprano Cristina Pierattini.

Ingresso libero

Dettagli dell’evento:

Quando:
Martedì 14 Novembre 2022 (ingresso dalla porta Datini, su via San Bonaventura)
Ore: 21.00

Dove:
Chiesa di San Francesco

Categories:
  Altri eventi, SanfraLife
4/5hmMX_O9bqwEUm18Oh9N_FfKeHCBlBRH1KvIlmoTUcQ